domenica 18 ottobre 2009

I'm coming out!

...so you better get the party started.
Ah Sofiiiiiiiiii!

19 commenti:

Anonimo ha detto...

..e andiamooo!!

la mia stima per questa ragazza sta aumentando proporzionalmente a quanto si stia facendo bella e simpatica, senza parole!

Giulia

Mercoledì ha detto...

Volevo giusto chiederti se l'avevi visto. Che grande Sofia!
L'altra sera anch'io ho pensato subito a Shane quando l'ho vista. Chissà come sarà mercoledì sera...

music has the right ha detto...

tra l'altro una mia amica che ha il Vernetti come produttore l'ha conosciuta a un concorso e mi ha detto che è una pessima persona.
Maddai.
Ok, che il gruppo in cui suonava prima facesse musica poco originale lo si può dire anche a voce alta, e il fatto che (Sofia) abbia vinto il concorso e i miei amici siano arrivati terzi può aver fatto inacidire la mia cara amica.
Mi farò raccontare meglio, suvvia.

Qui, comunque, si discute di quanto questa ragazza sia lella. Perché lo è. Inutile nasconderlo. Si vede: trapela da ogni poro, da ogni mossa, da ogni sfumatura di voce.
E il fatto che Tommassini - galantuomo di frosceria, peccaritààà - le stia cucendo addosso il ruolo della piccola Shane nostrana è ancor più chiaro.
Non mi piacciono le sua assegnazioni, pure.
Jovanotti?! Zucchero?!
Ma datele Brother delle Organ, oppure una qualsiasi di Jeff Buckley, Cat Power, Bob Dylan - ah, no, quelle sono appannaggio di Silver, il mio conterraneo. Ma che accento marcato ha?

Visto che si parla del Fattore Ics: Marco - emochecca lo si soprannominò all'inizio - è personaggio, voce, talento puro. E che vinca. Morgan, in più, gli dà canzoni bellissime - Psycokiller, Nina Simone, Bowie!

Mi dileguo.
Lunga vita a Sofia, quindi!

Vale

Anonimo ha detto...

Concordo.
Troooppo italiano per la nostra eroina/piccola.shane, canzoni a volte esageratamente scontate che la rendono non troppo interessante al pubblico.
L'immagine di lei che accenna a Grace o Hallelujah sarebbe mille volte più intrigante. Punto.

Detto questo, è dai tempi di Man in The Mirror (okkei, troppo mainstream, ma è sempre Jacko) che Marco mi incuriosisce, ha qualcosa dentro, dei bei colori.

Giulia

Anonimo ha detto...

complimenti a sofia:
-perchè porta a spasso dei capelli meravigliosi,che le incorniciano il visetto bello.
-perchè porta a spasso sti occhioni micioni da:"amami,amami,sono il tuo cucciolo di foca"
-perchè mi vorrebbe da stringere quel corpicino introverso e trasmetterle il mio calore come l'asinello con gesù bambino.
-perchè a 26 anni e rotta è meravigliosamente irrisolta.

ma soprattutto complimenti a Valeria Solarino, che oggi con la sua interpretazione mi ha semplicemente smantellato il cuore.

se è peccato,da donna,guardare dentro gli occhi di Valeria e desiderare di esserne accarezzati per un tempo infinito, be io sono una peccatrice senza speranza di redenzione.
"caldo si incunea il desiderio,e pungente,e portentoso".


miri

music has the right ha detto...

Olé! e concluderei le parole di Miri con un ecumenico "che bello essere donne, che bello amare le donne".

Ragazze, io ho appena passato una settimana urenda: ho compiuto 24 anni e m'appresto, con la mia faccetta da sedicente sedicenne, al quarto di secolo; il mio compleanno è stato lo spartiacque della prima e della seconda fase di una settimana passata col pittore in casa, pittore che, sabato, si è ammutinato; mio padre mi ha ufficialmente disconosciuto (e manco sa che sono lesbica!) perché "pulisco troppo casa"; ho respirato tutti gli odori più cattivi e tossici del mondo per cui morirò tra 4 settimane senza manco l'invito della bimba di The Ring; detto ciò mercoledì almeno vado in radio e vi parlerò di questo pittore a cui non piacciono i froci, che è nostalgico fascista e che riusciva a comunicare SOLO in bergamasco, dialetto che non parlo e che non abbiamo mai praticato in casa.
Aiuto.

Quindi, orsù, come dice una mia amica "ho tante bisogno di coccole e di abbracci abbracciosi".
Ah, vediamo se a Bergamo hanno messo Viola di Mare da qualche parte....

music has the right ha detto...

...questo mio dubbio vi rivelerà la mia scarsissima conoscenza in materia religiosa (eh, beh, ho abbandonato il catechismo a 8 anni): ma non era il bue che scaldava Gesù nella stalla?

music has the right ha detto...

Il film Viola di mare non è presente nelle sale cinematografiche di Bergamo.

e c'è da commentare qualcosa?

Anonimo ha detto...

a. permettimi di dire:daje roma! che lo passa in sette sale e in alcune,esultate esultate,pure prima delle dieci e mezzo di sera!(folla in tripudio).
b. ho una perversa passione per gli asini,se sono asinelli ancor meglio.naturalmente essendo io un tantiniello partigiana e un poco stupidaidiota, ho una discreta avversione per i cavalli(l'unico cavallo che tollero è la proff di arte)
c. sedicente sedicenne è alta scuola.
d. valeria solarino è bella pure da uomo(e concordo con chi disse che ha una dentatura troppo acchiapponica, oh è vero!)

miri

music has the right ha detto...

Non ho capito la cosa degli asini, ma sai, è l'età...
a che ti riferivi, Miri?

Anonimo ha detto...

scusami,a volte mi scordo di esser stata calata nel pianeta terra e mi esprimo ancora con il pensiero di marte.
allora, vediamo se così è più chiaro; mi ha sempre dato fastidio il dualismo:asinello animale studidoidiota, col il manto spelacchiato e cavallo animale divino,elegante, aristocratico,il simbolo della libertà in movimento. ecco tutto.


vale,ti fidi che sto film è da vedere?
fidati vale, che le parole in questo momento non mi rendono giustizia.
non so neanche perchè dovresti fidarti di me,ma fidati.
se tu ci porti tuo papà poi io ci porto il mio(che sa ormai tutto quello che deve sapere) e ci danno il premio!

miri

music has the right ha detto...

Tutto chiaro sull'asino, ora!
Su Viola di Mare si è scatenata una piccola discussione sulla mia bacheca di Fb: chiaramente non si discute su quanto O Solarino mia sia bella, ma sul fatto che se ne parli - e molto -, anche in seguito alla piccola provocazione del Trio Medusa...(scoglionate, per carità!).

Mio padre al cinema non ci va dall'83; e poi non sa nulla di me - e così sarà per sempre.
Ho solo parole amare per lui, la mia fonte infinita di rancore.

baci

music has the right ha detto...

prima che mi dimentichi:

http://www.bergamonews.it/sport/articolo.php?id=17022

e poi: ho un sacco di idee da ampliare, ho trovato un'artista fantastica, giovanissima e depressiomane...cercate Soap&Skin.

Federica ha detto...

Son commossa: ho scoperto che nella mia piccola citta' (Brescia) e' gia' in programmazione Viola di mare!
Non vedo l'ora di ammirare i denti della Solarino sul grande schermo :-)

Non disperare, secondo me arriva anche a Bergamo.

Fede

music has the right ha detto...

Piccola città Brescia??!
Iuffa, anch'io voglio i denti della Solarino (per favore, non mordermi sul collo!)

Nel frattempo mi consolo con Dente, perché, sapete, "mi piacciono le ragazze con le doppie punte".

Federica ha detto...

Eheh, mi sembra magnificamente piccola ogni sera che ci ritorno dopo aver lavorato tutto il giorno a Milano.
Brescia è una di quelle città che puoi girare a piedi praticamente da un capo all'altro, dove impieghi meno di 1 ora a tornare a casa in auto anche quando c'è un traffico infernale e dove la mentalità della gente è un po' ristretta. Ma, soprattutto, non ha la grande (e totalmente sbagliata) convinzione milanese di essere una metropoli cosmopolita, moderna e invidiabile....(si nota che non tollero Milano?)

music has the right ha detto...

(aboliamo il cliché "Bg odia Bs e viceversa"?!)

A me Milano piace perché c'è tutto. Io suono e per me è impensabile stare a Bg a mendicare un po' di visibilità.
Poi ovvio, è triste come città, grigia e ha un accento trascinato (che purtroppo ho ereditato da mio padre), ma ogni volta che ci vado scrivo un sacco, mi dà molti spunti.

Ma lo sai che non sono mai stata a Bs centro?!!

Federica ha detto...

(Abolisco volentieri l'odioso cliche', soprattutto dopo aver visto l'ultimo film di Woody Allen non si puo' non abolire tutti i cliche').

Milano e' una citta' che offre molto, ma che si fa pagare cara per concedertelo e con "pagare cara" non intendo solo a livello di soldi, ma, principalmente, a livello di anima, di rapporti interpersonali, di capacita'di sentimenti. Ti lascia svuotata a farti cullare dal suo grigiore, dalla sua inarrestabile e improduttiva corsa, dalla sua pochezza.
Ci ho vissuto quasi 6 anni, all'inizio l'amavo, poi per due volte ne sono scappata. Adesso spero di non ritrasferirmi piu' perche' mi fa male.
Pero' le devo tanto: mi ha fatto imparare ad amare Brescia!

Comunque, non puoi non visitare il centro di Brescia! E' molto, molto carino (mi tocca ammettere che e' meno bello di Bergamo Alta). Devi porre rimedio a questa tua grave mancanza!

E dopo questo sproloquio antiMilano, ti saluto gnara!

music has the right ha detto...

grazie fes!